Sands Bobby, “Un giorno della mia vita. L’inferno del carcere e la tragedia dell’Irlanda in lotta”

Edito da Universale Economica Feltrinelli, Milano, Marzo 1996, 213 p.

Bobby Sands, esponente di spicco nelle fila dell’Ira, viene più volte incarcerato. Condannato a 14 anni di carcere, con altri compagni, malgrado l’assenza di prove a carico, comincia una serie di scioperi della fame sino all’ultimo, iniziato il 1º marzo 1981, che lo porterà alla morte. Durante i primi diciassette giorni del suo ultimo sciopero della fame comincia a tenere un diario e scrive quotidianamente usando un refil di penna biro e dei pezzetti di carta igienica. Ogni singolo segmento del diario viene fatto uscire dal carcere firmato con lo pseudonimo “Marcella”. Il libro che ne deriva è una impietosa testimonianza sulla vita dentro il carcere, una dolorosa riflessione sulla lotta in corso e una professione di speranza.   

Note dell’Archivio
Traduzione del libro “The Bobby Sands Trust”, The Mercier Press, Cork, Ireland, 1982

Link download:

https://mega.nz/file/yB4AnbZR#GaPgHDMhsgMXtCufLO1D0z62SudFlKy1D5svRFPvhSA
    

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Libri e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.