Bateson Gregory, “Verso un’ecologia della mente”

Edito da Adelphi, Milano, 2000, 604 p, Diciassettesima Edizione

“L’ecologia della mente” scrive Bateson in apertura di questo volume, che contiene i suoi più importanti scritti teorici, “è una scienza che ancora non esiste come corpus organico di teoria o conoscenza”. Ma questa scienza in formazione è nondimeno essenziale. Essa sola permette di capire, ricorrendo alle stesse categorie, questioni come “la simmetria bilaterale di un animale, la disposizione strutturata delle foglie in una pianta, l’amplificazione successiva della corsa agli armamenti, le pratiche del corteggiamento, la natura del gioco, la grammatica di una frase, il mistero della evoluzione biologica e la crisi in cui oggi si trovano i rapporti tra l’uomo e l’ambiente”.

Link Download: https://mega.nz/file/bYQQFaSL#qoS3wTI5uQADeO23sr40rcRdznfAG8OmxTYFzsMYlQ4

Note dell’Archivio
-Traduzione del libro “Steps to an Ecology of Mind”, Chandler Publishing Company, 1972
-Prima traduzione in italiano: 1976-1977
-Come spiegato dall’autore, questo libro contiene tutto ciò che ha scritto ad eccezione dei “lavori troppo lunghi per esservi inclusi e di altri lavori troppo ovvi o effimeri, come recensioni di libri e note polemiche.”
I temi che Bateson tratta in questi libro sono divisi in quattro categorie: l’antropologia, la psichiatria, l’evoluzione biologica e la genetica e “la nuova epistemologia che scaturisce dalla teoria dei sistemi e dall’ecologia.”

Questa voce è stata pubblicata in Libri e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.