Oltre la specie, “Liberazione animale”

42 p, 2012

Stare dalla parte degli animali significa rifiutare la legge del più forte e iniziare a pensare nuovi modi di vivere la nostra umanità in pacifica convivenza con tutti gli abitanti del pianeta.
Impegnarsi per modificare radicalmente il modo in cui ci relazioniamo agli altri animali non è un passatempo per amanti degli animali o uno sfogo per chi “odia l’umanità”.
Spesso gli animalisti vengono confusi con fanatici che provano un amore morboso verso altre specie o con romantici idealisti che sognano un mondo perfetto in cui nessuno muoia e in cui il leone non mangi più le gazzelle. Chi si batte per la liberazione degli animali crede, invece, che sia possibile cambiare questo mondo basato sulla legge del più forte e su rapporti di dominio e violenza. Chi si batte per gli animali pensa sia possibile, anzi doveroso, immaginare e realizzare una società futura in cui la violenza istituzionalizzata sia bandita definitivamente; una società in cui sia gli umani che gli animali siano considerati soggetti a pieno titolo.

Link Download: https://mega.nz/file/TcYHgLCK#yl6KfqpmhJSEIM7B5qz8edGc-4iglmKsRThp2lVUY7c

Questa voce è stata pubblicata in opuscoli. Contrassegna il permalink.